i-mesi-della-prevenzione-BVD-Boehringer

immagine

Attività svolta

Desidero ricevere una copia cartacea
Informativa sulla privacy
Iscrizione alla newsletter
In primo piano  

Stalla Salvezza. C'è un futuro dalle razze del passato

Per chi fa latte si può costruire un futuro partendo dalle razze del passato? Forse sì. Anzi, sicuramente, se guardiamo l’esperienza della Stalla Salvezza, una storia unica che ha al centro il recupero di una razza antichissima, la Grigia dell’Appennino, con il pastorizzato fresco e venduto ogni giorno a poche ore dalla mungitura: Certo, una nicchia. ma una nicchia che fa suo un modello di allevamento con animali resistenti, rustici, a bassi input, a produzione ridotta, ma con qualità straordinaria. Il tutto con un approccio di marketing moderno e mirato, che valorizza, oltre alle caratteristiche del latte proposto, anche la sua storia. Un modello che – pur con tutti i distinguo e gli adattamenti del caso – potrebbe diventare una regola per tutti.

LEGGI TUTTO
Sanità  

Un nuovo prodotto verde per la cura dell'ombelico dei vitelli

LEGGI TUTTO

Vaccini, terapie e nuovi strumenti diagnostici per gli allevatori dell'Africa subsahariana

LEGGI TUTTO
Filiera  

Parmigiano Reggiano e Grana Padano insieme contro il Nutriscore

LEGGI TUTTO

Presentato il Piano d'azione per la zootecnia della bovina da carne

LEGGI TUTTO
Gestione  

La stalla dentro lo smartphone: potenzialità e limiti

A fianco dei grandi interventi di conversione dell’allevamento verso l’automatizzazione, dove intervengono i robot nelle principali operazioni e che richiedono interventi radicali non solo sugli impianti, ma anche sulle strutture, ci sono interventi meno invasivi costituiti dall’adozione di molteplici app, impianti e sistemi informatici, che consentono di ottenere risultati importanti nella gestione della mandria al pari dell’utilizzo dei robot, ispiratori spesso dello sviluppo di queste applicazioni.

LEGGI TUTTO
Professione Agricoltore  

Come fare l'insilato di mais

Il silomais è certamente l’insilato più utilizzato nell’alimentazione dei ruminanti, grazie al suo elevato contenuto di fibra e amido di elevata qualità. È considerato un foraggio facile da insilare, ma non esente da fenomeni di instabilità aerobica, con conseguente aumento della temperatura della massa insilata e riduzione della qualità.

LEGGI TUTTO

Accordo sul cuore della riforma agricola da 50 miliardi

LEGGI TUTTO

Un quarto dei raccolti globali a rischio se l'agricoltura non si adatta

LEGGI TUTTO

Big data, trasparenza e formazione

LEGGI TUTTO
La finestra sulla campagna  note agronomiche di Franco Tesio

Irrigazione del mais e sostenibilità

LEGGI TUTTO
Spazio selezione  di Fabiola Canavesi

La genetica per migliorare l'impatto ambientale delle razze da latte italiane

LEGGI TUTTO
Dalla bovina di oggi a quella di domani  a cura di ANAFIBJ

Perché Indice Economico Salute (IES)?

LEGGI TUTTO
Rivisto al VAR  a cura di Erasmo

Breeder o no breeder, questo è il dilemma

LEGGI TUTTO