immagine

Attività svolta

Desidero ricevere una copia cartacea
Informativa sulla privacy
Iscrizione alla newsletter

robot pulizia stalla

Cascina La Benedetta. Un passo dopo l'altro per crescere

Ogni storia di chiusura della filiera in azienda è una storia particolare, ma ci sono elementi in comune in tutte esperienze che sono cresciute nel tempo: una gamma di referenze arricchita continuamente, prodotti di qualità, ricerca della tradizione, ma con metodi di produzione moderni, impegno e originalità nella commercializzazione. Se poi, come qui, c’è anche la spinta legata a un famoso vino, meglio ancora.

marchio cascina la benedetta

Dalla vendita del latte alla caseificazione in proprio e alla vendita diretta, senza trascurare altri interessanti dettagli per rendere sostenibile economicamente un’esperienza di allevamento nata fin dall’inizio con l’idea fare e proporre un modo di allevare e produrre meno industriale e più sociale.

Questa la storia della cascina La Benedetta di Rodengo Saiano, in provincia di Brescia, che pure nella sua particolarità non manca di proporre dettagli interessanti per tutto coloro che pensano alla caseificazione in proprio come una via per recuperare valore e margini.

L’azienda dispone attualmente di una ottantina di capi in lattazione, in parte Brune e in parte Frisone, con una trentina di ettari di superficie coltivata. Ci lavorano Stefania e il marito Pietro, terza generazione che porta avanti l’azienda.

Una gestione tradizionale, con vendita di latte all’industria, fino alla svolta, decisa una ventina di anni fa, quando si è deciso di cambiare passo e trasformare e trasformarsi, poco alla volta, ma in maniera definitiva...

 

Abbonati per continuare la lettura

 

Se sei già abbonato

TORNA INDIETRO